Archivi tag: effetto pigmalione

La gemella sbagliata

Ok, non ho mai letto un libro così.

Tolta la premessa, che se non fosse chiaro era un punto a favore, vorrei dire a chi ha scritto la quarta di copertina che non è che sia proprio thriller questo libro eh… cioè fantastico, bellissimo, originale, da divorare assolutamente, un’analisi psicologica da paura, un grandissimo trip, ma il genere io lo definirei più drammatico che altro!

La creatrice di questo capolavoro è Ann Morgan, al suo debutto nella categoria romanzi, con “La gemella sbagliata

gemella sbagliata

Ora tu passeggi per la libreria, non sei lì per comprare un libro, è solo che fuori piove e tu non hai voglia di aprire l’ombrello. Poi i tuoi sensi percepiscono qualcosa, una copertina scura, un disegno infantile su un vetro, piove anche lì, decisamente in sintonia col momento, il titolo è perfetto, inquietante quanto basta e sai cosa c’è? Ti piace pure il nome dell’autrice, così per dare il colpo di grazia… Lo apri, ma già sai che la trama sarà solo la conferma del fatto che quel giorno alla fine nonostante i propositi comprerai un libro.

“Hai mai avuto paura di restare intrappolata nella vita di un’altra?
Helen ed Ellie sono gemelle. Identiche. Almeno così le vedono gli altri. Ma le due bambine sanno che non è così: Helen è la leader, Ellie la spalla. Helen decide, Ellie obbedisce. Helen pretende, Ellie accetta. Helen inventa i giochi, Ellie partecipa. Finché Helen ne inventa uno un po’ troppo pericoloso: scambiarsi le parti. Solo per un giorno. Dai vestiti alla pettinatura ai modi di fare. Ed ecco che Ellie, con la treccia di Helen, comincia a spadroneggiare, mentre Helen si finge la sottomessa e spaventata Ellie. È divertente, le due bambine ridono da matte. Ci cascano tutti, perfino la mamma. Ma, alla sera, quando il gioco dovrebbe essere finito, e Helen pretende di tornare a essere se stessa, Ellie per la prima volta dice di no. Ormai è lei la leader. E non tornerà indietro. Da questo momento, per la vera Helen comincia l’incubo… Un capolavoro di suspense e inquietudine, che riesce a raccontare in modo straordinario la discesa agli inferi della protagonista, nonché la facilità con cui si possono manipolare le persone e distorcere la realtà. Perché non tutto è come sembra, anche nelle migliori famiglie, e in quella di Helen ed Ellie ci sono molti più segreti di quanti le bambine stesse possano immaginare. Al punto che un gioco innocente, forse, non è mai stato solo un gioco.”

Ovviamente nella mia mente si aprono diversi scenari, dall’horror puro, ai più sorditi retroscena familiari. E invece l’autrice mi sorprende, mi trascina dentro a un casino inverosimile, ma reale, che in psicologia riassumeremmo in “Effetto pigmalione” o “profezia che si autorealizza”, se tutti pensano che tu sia in un certo modo tu in un modo o nell’altro lo sarai.

Anche la tecnica di scrittura è interessante, è la prima volta che mi capita, interi capitoli raccontati in seconda persona. Un punto di vista strano, mi ha disorientato praticamente all’inizio di ogni capitolo, difficile farci l’abitudine, ma offre una prospettiva nuova, assolutamente da provare. Inoltre scorre, scorre maledettamente, mannaggia a lui!

Insomma, leggetevelo sto libro che ne vale la pena, punto.

Alla prossima

Anima.

Link:
Ann Morgan
La gemella sbagliata su Feltrinelli

Annunci