La terapia

Ne avremmo bisogno tutti, si sa.

No ok, anche questa volta l’articolo non ha affatto fini psicologici, volevo come sempre presentarvi semplicemente un libro. E’ stata per me una piacevole scoperta e, chissà, magari sarà anche un futuro affidabile fornitore di thriller psicologici per la sottoscritta!

Si tratta di Sebastian Fitzek e il libro che vi presento è “La terapia“.

la terapia

L’amico Fitz(tek) è un autore tedesco che pubblica in Italia dal 2007 e “La terapia” è il suo primo romanzo uscito qui da noi. Ovviamente tutto ciò non lo sapevo quando l’ho visto lì sullo scaffale della libreria, aveva semplicemente un nome che mi ispirava e che mi pareva di aver già sentito e un’ottima trama da presentarmi!

E’ un tipo piuttosto enigmatico, ottimo per tenere viva l’attenzione e per farsi tremila film su come andrà a finire. Io personalmente credo di aver cambiato versione almeno 6-7 volte nel corso della storia. E in ogni caso non ci avevo azzeccato manco per niente. Sarà che non è facile abbattere la mia autostima, ma questi miei personali fallimenti nel decodificare la verità mi fanno stranamente sempre molto piacere!

La trama riportata sul retro copertina è curiosa e diversa dal solito, credo che anche questo abbia fatto la sua parte:

“Viktor Larenz è un ricco e brillante psichiatra di Berlino, reso celebre dalle sue frequenti apparizioni televisive. La sua vita però va improvvisamente in frantumi quando la figlia dodicenne Josy, affetta da una malattia sconosciuta, scompare senza lasciare traccia durante una visita nello studio del dottore che l’ha in cura. Viktor la cerca ovunque senza mai rassegnarsi, sacrificando la carriera e il matrimonio. Quattro anni dopo, mentre si trova bloccato su un’isola a causa di una tempesta, l’uomo riceve la visita di un’enigmatica e inquietante scrittrice di libri per l’infanzia, Anna Spiegel. La donna vuole assolutamente entrare in terapia con lui perché in qualche modo è perseguitata dai suoi personaggi, che hanno la capacità di diventare reali. Uno di essi, in particolare, somiglia in modo impressionante a Josy: si tratta di Charlotte, la protagonista del suo ultimo romanzo, che ha gli stessi sintomi della piccola e deve sfuggire a un’identica minaccia. Ma chi è davvero Anna Spiegel? Le sue allucinazioni sono il semplice frutto di una mente schizofrenica o nascondono indizi che potranno aiutare Viktor a risolvere il mistero della scomparsa della sua bambina?”

Il testo è molto scorrevole e in ogni caso la pensata di usare i capitoli come conto alla rovescia dei giorni verso la verità spinge a divorare le pagine come se non ci fosse un domani! No dico l’ho prestato a mia nonna per farle passare un po’ di tempo e me l’ha ridato il giorno dopo chiedendomi se ne avevo un altro come questo. E ho detto tutto!

Buona lettura

Anima.

Link:
Sebastian Fitzek
La terapia su Feltrinelli

Annunci

5 pensieri su “La terapia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...