La saga delle streghe Mayfair

La tradizione vuole che dopo un thriller psicologico vi presenti un libro sulle streghe, ma oggi farò molto di più, oggi vi presenterò un’intera saga (così mi metto l’anima in pace per un po’, perché ho più materiale dell’altro genere, ma schhhhh! Non ditelo a nessuno!).

Ordunque vi presento La saga delle streghe Mayfair, di Anne Rice.

myfair-saga

Sono sicura che, a meno che non siate dei neofiti del genere, tutti conosciate la signora Rice, una delle autrici horror di maggior successo al mondo, nota soprattutto per Le cronache dei vampiri.

Se invece non la conoscete, tranquilli, non avevo idea di chi fosse manco io quando mi sono stati regalati i suoi libri. Ricordo che la prima impressione che ebbi leggendo il primo capitolo della saga fu: questa qui scrive come gli scrittori di gialli. Ora, non ho l’abitudine di rileggere libri già letti, quindi non posso riconfermarvi questa mia impressione, ma ai tempi leggevo molti gialli quindi magari avevo ragione!

Resta il fatto che i libri sono horror, delle autentiche (non nel senso che siano reali, intendiamoci) storie di streghe.

Nel primo romanzo, L’ora delle streghe, facciamo la conoscenza di Rowan, la protagonista, di Michael e di alcuni dei personaggi principali della saga, seguendo il loro presente:

“New Orleans: sotto il portico di una vecchia casa fatiscente, ogni giorno una donna siede immobile su una sedia a dondolo, lo sguardo spento. Un misterioso giovane, pallido ed elegante, è il solo visitatore, ma scompare nel nulla quando qualcuno cerca di avvicinarlo… San Francisco: un restauratore di case, Michael Curry, annegato nel gelido oceano, ha vissuto una straordinaria esperienza di resurrezione dopo essere stato salvato da Rowan Mayfair, geniale neurochirurgo. Nella sua permanenza nel regno delle ombre, Michael ha avuto delle visioni e ha ricevuto un incarico da svolgere al suo ritorno tra i vivi… Ma cosa lega i personaggi di queste due città?”

l'ora-delle-streghe

Nel secondo capitolo della saga, Il demone incarnato, conosciamo invece meglio Lasher, continuando a seguire sia la storia presente di Rowan, sia il passato della famiglia Mayfair:

“Rowan è l’ultima delle streghe, la più potente, colei che è riuscita ad evocare il più terribile dei demoni, Lasher, e a rivestire il suo spirito evanescente di carne e ossa. Lasher è venuto al mondo già adulto e adesso vuole essere l’amante di Rowan e fecondarla perchè dal suo ventre risorga la nuova stirpe dei Taltos, esseri di puro male. Così Lasher parte alla ricerca delle sue origini, del suo passato, alla scoperta delle ragioni della sua esistenza che affondano in tempi bui e perduti.”

il demone incarnato

Il terzo e ultimo capitolo della saga è intitolato Taltos, il ritorno, un clichè ora che ci faccio caso, e narra la storia di Ash, l’ultimo dei Taltos, la cui vita si intreccerà con quella della protagonista Rowan Mayfair:

“Dietro i vetri di un grattacielo newyorkese un insolito personaggio osserva la neve ricoprire ogni cosa. Il suo nome è Ash Templeton. Agli occhi del mondo è un affascinante imprenditore, ma dietro il suo strano aspetto si cela un cupo segreto: è l’ultimo re dei Taltos, forse l’unico sopravvissuto di un popolo ormai estinto, sospeso tra storia e mito. Un re millenario la cui fine pare ormai segnata. Ma nelle verdi campagne inglesi qualcuno trama per assistere nuovamente all’arcano rituale dell’accoppiamento di quella favolosa razza, una minaccia questa che mette a rischio l’intera famiglia nel cui sangue si cela lo spaventoso potere di generare i Taltos, un dono sciagurato che ha fatto sprofondare la bellissima Rowan in un limbo di torpore. Sarà lei a dover emergere da quelle nebbie per far fronte al pericolo e combattere i propri demoni. Un compito crudele che la porterà a incrociare la strada di Ash…”

taltos, il ritorno

Ho fatto attenzione a non spoilerare troppo, in ogni caso è una saga che merita, anche se a tratti un po’ lenta perchè deve ripercorrere la storia di tutti i personaggi. Nel complesso però è avvincente, a mio parere soprattutto quando narra il passato della famiglia.

Se l’avete letto o se lo leggerete fatemi sapere voi che ne pensate!
Inoltre per chi avesse letto, o avesse intenzione di leggere, anche Le cronache dei vampiri, esiste un libro di connessione tra queste due saghe che si intitola Merrick la strega, io non c’ho capito niente perché non avevo letto l’altra saga, ma voi in caso godetevelo!

Anima.

Link:
Anne Rice
L’ora delle streghe su Feltrinelli
Il demone incarnato su Feltrinelli
Taltos, il ritorno su Feltrinelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...