Le figlie del libro perduto

E dopo un bel thriller si torna alle streghe!
Oggi vi presento un libro che al solo vedere la copertina dovrebbe essere comprato senza farsi troppe domande! Sì forse la copertina non fa il libro, ma di sicuro aiuta… aiuta a capire che stiamo per leggere il più classico dei libri sulle streghe, una narrazione del genere a regola d’arte, ma ambientata in tempi moderni.

Il libro di cui sto parlando è Le figlie del libro perduto, di Katherine Howe.

figliedellibroperduto

 Conoscendo la storia dell’autrice non stupisce che il libro sia così ben scritto ed evocativo: Katherine Howe è infatti non solo laureata in Storia ad Harvard, ma un’autentica discendente di Elizabeth Howe e Elizabeth Proctor, due donne che subirono un processo per stregoneria nella città delle streghe per eccellenza, Salem. L’autrice riversa in modo originale tutte le sue esperienze personali creando la trama che segue:

“Connie Goodwin, giovane e brillante dottoranda all’Università di Harvard, è impegnata in una ricerca sui processi di Salem, nel New England, che alla fine del diciassettesimo secolo videro più di centocinquanta persone accusate di stregoneria. Ma durante l’estate è costretta a trasferirsi fuori città per sistemare e vendere la vecchia casa di famiglia. All’inizio contrariata, Connie scopre che l’antica dimora contiene strani e preziosi tesori: non ultima, una Bibbia da cui cade una chiave dal fusto cavo, al cui interno è nascosto un pezzetto di carta ingiallita con su scritto Deliverance Dune. Un nome legato non solo ai processi su cui Connie sta indagando, ma anche alla sua famiglia, a un segreto custodito da generazioni di donne e tramandato attraverso un libro proibito: un Libro delle Ombre, depositario di un sapere arcano e sovrannaturale, ormai perduto. Ma un filo rosso lega quel passato oscuro e terribile al presente: e mentre Connie, tormentata dalle visioni, cerca disperatamente di risolvere il mistero, qualcun altro è in cerca del libro perduto, e per ottenerlo è disposto a tutto, anche a ricorrere a una maledizione da cui non c’è scampo…”

In questa storia, in cui modernità e tradizione si legano, non manca davvero niente, tanto meno la scorrevolezza della lettura, che trascina pagina dopo pagina e capitolo dopo capitolo fino allo svelarsi del mistero.

Anima.

Link:
Katherine Howe
Le figlie del libro perduto su Feltrinelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...