Non ti addormentare

No, non vi sto esortando a prestare maggiore attenzione al mio blog resistendo all’anticipata calura estiva che concilia il sonno, ma vi sto presentando un altro dei miei libri non-troppo-conosciuti-ma-che-meritano: Non ti addormentare, di S.J. Watson.

non ti addormentare

 Lì per lì non gli diedi una gran fiducia, lo comprai solo perché dovevo fare l’acquisto del mese alla nota libreria di rompi balle che ti fermano per strada che ho nominato qualche articolo fa e non trovavo niente di meglio. Non so, la trama mi ricordava troppo film già visti, storie già sentite, ma poi leggendo il libro mi sono dovuta ricredere!

S.J. (chissà per che sta, mica si trova!) ha uno stile molto coinvolgente, ti cala subito nella storia e sa farti provare l’ansia che si porta dentro la protagonista giorno dopo giorno. Ma per sapere il perché di tutta quest’ansia passiamo alla trama:

“Ogni mattina Christine si sveglia senza ricordi. Non sa a chi appartenga la casa in cui si trova, l’uomo che le dorme accanto le è totalmente estraneo, e anche il suo viso, riflesso nello specchio del bagno, le sembra molto meno giovane di quanto secondo lei dovrebbe essere. È Ben, suo marito, a darle quotidianamente le coordinate della sua vita, a spiegarle chi è lui, chi è lei, e che cosa le è successo anni prima, un incidente che ha modificato radicalmente la sua esistenza, privandola dei ricordi e costringendola a ricominciare ogni giorno un difficile apprendimento. Ma Ben le dice tutto? E se è così, perché non le ha parlato del dottor Nash, un giovane neuropsichiatra deciso a studiare il suo caso, con cui Christine si incontra di tanto in tanto e che la spinge a tenere un diario? E perché su una pagina di questo diario Christine ha scritto “non fidarti di Ben”? Giorno dopo giorno, con l’aiuto del dottor Nash, lampi di memoria attraversano la mente di Christine, tessere baluginanti di un mosaico che fatica a ricomporsi nella sua interezza e che, con il passare del tempo, le sembra sempre più minaccioso e inquietante. Finché dal passato emergerà il vero pericolo, quello che, senza che lei ne sia consapevole, si è appropriato della sua vita.”

Se morite dalla voglia di immedesimarvi in un amnesico in una gran brutta storia siete davanti al consiglio giusto! Spero che sarà all’altezza delle vostre aspettative, per lo meno lo è stato delle mie… E una cosa è sicura, se come me avete l’abitudine di leggere a letto prima di andare a dormire, non vi addormenterete.

Anima.

Link:
S.J. Watson
Non ti addormentare su Feltrinelli

Annunci

3 pensieri su “Non ti addormentare”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...