Ladra

Pur avendo senza alcun dubbio le mie preferenze in fatto di generi letterari, ho, come si può notare, preso la decisione di fare inizialmente una panoramica generale di ciò che si può trovare nella libreria dell’Anima, senza concentrarmi su un filone o su un autore in particolare.

E’ così che ho deciso oggi di presentarvi un articolo un po’ di nicchia, io credo sconosciuto ai più, ma in fondo dovrebbe essere proprio questo l’obiettivo di un blog di consigli sui libri, o no?

Il libro di cui sto parlando è Ladra di Sarah Waters.

ladra

Prima di addentrarci nella storia in esso narrato, penso sia doveroso presentarvi la signora Waters: libraia, bibliotecaria e insegnante gallese, residente a Londra, Sarah Waters è nota per i suoi romanzi ambientati nell’epoca vittoriana con protagoniste lesbiche, che gli sono valsi numerosi premi e notevoli riconoscimenti della critica. Tra i titoli più famosi vi sono Ladra, Affinità e Carezze di Velluto, i quali hanno dato vita a tre film, o meglio mini-serie: Fingersmith, Affinity e Tipping the Velvet.

Personalmente la conobbi proprio attraverso un film, Tipping the Velvet, che mi rimase talmente impresso per la sua complessità e vagonata di emozioni che dopo anni riuscii a rintracciarlo non so come e a risalire a tutta l’altra serie di film dell’ormai adorata Sarah Waters. Se mi permettete una parentesi cinematografica vi consiglio vivamente di guardarli, anche se temo siano difficili da reperire dopo la celebre chiusura del primo Megaupload.

Ma tornando alla Ladra ve lo consiglio sia perché è effettivamente l’unica storia che ho conosciuto anche sotto forma di libro, sia perché, per i neofiti del genere lesbo è, tra i titoli sopra citati, decisamente il più soft. Vi lascio alla trama…

“Londra, 1862. Orfana sin dalla nascita, Sue Trinder è cresciuta in un mondo di piccoli ladri e malfattori, tra gli stenti e le durezze della strada. E quando il caso le offre l’opportunità di rifarsi alle spalle di una ricca ereditiera, Maud Lilly, un’orfana come lei che vive in un tetro palazzo, Sue non si tira indietro. Tuttavia, non appena si avvicina alla sua vittima, indossando i panni della cameriera, comincia a essere assalita dal dubbio. A poco a poco una curiosità intima sorge tra le due giovani, tanto diverse eppure irresistibilmente attratte l’una dall’altra…”

Il libro si divide in due parti principali che rispecchiano la visione dell’una e dell’altra donna protagoniste della storia, svelando così passo a passo i segreti non solo della ladra Sue, ma anche dell’insospettabile Maud, ma non intendo dirvi altro!

Gente dalla mente spero aperta, vi invito a fare questa nuova conoscenza, a tutti buona lettura!

Anima.

Link:
Sarah Waters
Ladra su Feltrinelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...